Associazione Musicale Laborintus Sassari

L’Associazione Musicale Laborintus, nata nel 1987, ha spesso orientato le sue scelte artistiche verso l’interazione di musica e altre forme d’arte cercando il coinvolgimento del pubblico con scelte artistiche evocative e talvolta provocatorie e con l'uso attento degli spazi, anche inusuali (p.e. la sala macello del mattatoio per lo spettacolo Quatuor pour la fin du temps su musiche di Messiaen; Carillon metronomique, con il pubblico libero di muoversi per le varie sale di un teatro dove ad ogni luogo corrisponde un evento musicale diverso; lo spettacolo In taberna, basato su musiche conviviali, eseguito con pubblico ed esecutori seduti a tavola) e con produzioni come Carmina Burana, concerto itinerante di musicisti e attori sugli antichi canti medievali e I voli di Icaro, performances di arti visive, danza, poesia e musica. Nello stesso genere di realizzazioni si possono inserire tutti gli spettacoli di letteratura e musica che fanno parte da anni della rassegna Leggendo Liberi: Tangomarea; Storie di Leo; Strani Frutti; Håftling 174517; E sulle le case il cielo; Storie di vite.

LEGGI TUTTO

 

 

fotolhasa150vite 







 

 

 

 

 

UN CONCETTO, UN'IDEA

Sassari, Il Vecchio Mulino ore 20

3 novembre 2017 

 

con Ignazio Chessa e Claudio Gabriel Sanna 

 

 

“Caro Peppino” è un incontro teatrale musicale dedicato alla figura di Peppino Impastato.

Nato e vissuto a Cinisi, in Sicilia, Peppino era un giornalista radiofonico amante dell'impegno sociale e politico, attivo nel primi anni '70 del secolo scorso.

Purtroppo la sua vita venne interrotta prematuramente nel 1978 dai sicari di Tano Badalamenti, il Boss mafioso di Cinisi. Da questo paesino della Sicilia partivano tutti sogni e le lotte contro le ingiustizie mafiose, che Peppino cercava di portare avanti con tutti i mezzi che aveva a disposizione: quelli della cultura e della musica, che divulgava con la sua “Radio Aut ” e quelli dell'impegno sociale, nei vari circoli che con i suoi compagni di lotta gestiva e animava.

Una lotta alla mafia che egli incominciò sin da ragazzino, in casa, contro il padre, un affiliato alla cosca mafiosa di “Tano Seduto” e che continuò per tutta la vita contro la mentalità di coloro a cui “in fondo la mafia ci piace”, come dice il personaggio Peppino nel film “ I 100 passi ” Marco Tullio Giordana.

Peppino Impastato ha lasciato un segno importante e indelebile nella società siciliana e italiana, sia per quanto riguarda il suo esempio di lotta costante e senza compromessi alla mafia, sia perché, grazie alla tenacia di sua madre, del fratello e degli amici, è stata fatta totale giustizia ed i mandanti e gli esecutori del suo assassinio sono stati tutti processati e incarcerati.

La sua drammatica vicenda ha dimostrato che, se ci sono volontà e impegno, la mafia può essere combattuta e sconfitta.

Questo è il messaggio che con questo incontro si vuole trasmettere, portando a conoscenza di un pubblico adulto gli aspetti più profondi della personalità, del pensiero e degli ideali di questo grande eroe del nostro tempo.

ignaziochessa claudiosanna

 

Info : Ignazio Chessa 3385983083 

 

 

 


foto da spettacoli

La Buona Novella: Il sogno di Maria

La Buona Novella: il testamento di Tito